I Componenti 

Cera d’Api

La cera d’api viene prodotta dall’addome delle api ceraiole, sotto forma di minuscole scaglie. Viene utilizzata per costruire la struttura portante dell’alveare, il favo.
Per produrre un chilogrammo di cera si stima che le api debbano utilizzare almeno 8/10 kg di miele! La cera d’api è quindi un preziosissimo prodotto dell’alveare!

Per ottenere la cera d’api di Alvearia si raccolgono gli opercoli, ovvero la copertura in cera che le api appongono sul miele e i favi da nido e si effettua il processo di sceratura, fondendo a bagnomaria opercoli e favi e filtrando la cera liquida per ottenere una massa scevra da ogni impurità.
In virtù del suo stato completamente naturale la cera d’api può avere diverse colorazioni a seconda del polline e del miele che ha contenuto: una cera più scura può essere stata a contatto, ad esempio, con miele e pollini di castagno, mentre una cera più chiara con miele di acacia.

Propoli

La propoli è un vero e proprio antibiotico naturale, è costituita da oltre 200 composti, in particolare al suo interno troviamo resine, oli essenziali, sostanze volatili e flavonoidi. Ha un odore forte, medicinale e resinoso. Viene raccolta dalle api bottinatrici che visitano fiori e gemme di diversi alberi tra cui pino, pioppo, betulla, quercia e salice. La propoli ha un forte potere disinfettante e viene utilizzata dalle api per isolare l’alveare limitando l’ingresso di aria, acqua, batteri e virus.

Polline

Il polline di fiori è una polvere finissima e appiccicosa costituita da microscopici granuli che viene raccolto dalle api sulle corolle dei fiori. 
Il polline rimane intrappolato nei sottilissimi peli presenti sul corpo dell’ape bottinatrice quando raccoglie il nettare dei fiori.
L’ape quindi si pulisce il corpo dal polline, raggruppandolo ed impastandolo con il nettare fino a formare delle piccole pallottole di forma quasi sferica trasferite in apposite cestelle situate sulle zampette posteriori.
Ha un aroma dolce, delicato e vegetale di fiori e fieno.

Miele

Di tutti i prodotti dell’alveare, il miele è sicuramente il più famoso. Il miele è una sostanza dolce che le api producono dal nettere raccolto dai fiori.
Il nettare viene trasformato e combinato dalle api con altre sostanze, disidratato e immagazzinato nelle celle dei favi, dove lo lasciano maturare.